Home » Fotografia » Ho scattato una foto bella? Ecco cosa devi sapere

Ho scattato una foto bella? Ecco cosa devi sapere

Per sapere se si è scattato una foto bella dobbiamo saper osservare. Consiglio banale? Pensate che ci sono persone che scattano e pubblicano all’istante senza fermarsi un attimo a pensare… Cerchiamo allora di vedere cosa tenere in considerazione.

È una foto bella?

In prima battuta dovremmo chiederci in realtà cosa è la bellezza per una fotografia, e poi magari possiamo analizzare la tecnica posta nello scatto.
Cercando di essere il più pragmatico possibile vorrei darvi una serie di regole da seguire per poter capire se avete tra le mani una foto bella o meno.

Regola 1: scegli il soggetto

In qualunque tipo di genere fotografico il soggetto è fondamentale, a maggior ragione se stiamo parlando di ritrattistica. In un ritratto se il soggetto risalta possiamo anche deficitare un poco nella composizione perchè alla fine quell’errore è coperto dalla bellezza del primo.

In un’ottica completamente diversa invece il soggetto dovrà essere scelto proprio in base alla composizione che vorremmo realizzare. Vediamo ad esempio il confronto tra due foto di fatto molto simili ma che hanno stili compositivi diversi.

 

Nella prima fotografia la scelta del formato verticale è legata al fatto che in primo piano i numerosi fiori gialli creano profondità. Una scelta di questo tipo è connessa al fatto che una composizione verticale richiede il posizionamento di un soggetto (o più) in primo piano.

 

Nel secondo caso invece il focus è legato alla via lattea, mentre i fiori gialli nel campo di grano non si notano neanche moltissimo.
Due scelte radicalmente opposte che considerano i fiori come elementi compositivi di valore opposto.

Foto bella = Luce bella

La scelta della luce è fondamentale visto che fotografia=luce. Ritratti, paesaggi, street, still life ecc., non importa il tipo di foto infatti dovremmo essere in grado di distinguere la luce buona da una che invece non valorizza soggetto ed ambientazione. Proviamo fin da subito a catalogare la luce che troviamo sulla scena: luce morbida, luce dura, luce radente, luce a candela ecc. Per un maggior approfondimento consiglio la lettura di Capturing light. L’essenza della fotografia di Michael Freeman.

Dunque se prima di scattare si riesce ad interpretare potenza, direzione, eventuali effetti che si possono creare con luci ed ombre (o altro), abbiamo già una potenziale foto di livello tra le mani.

Prendiamo ad esempio questa foto di street scattata da Enrico Rosini. Il favoloso gioco di luci ed ombre crea proprio un senso di curiosità e mistero. Favolosa.

Regola numero 3: stuzzica l’osservatore.

Se non riesci a creare curiosità nell’osservatore che foto hai tra le mani? Sicuramente qualcosa di poco valore! 

Una foto bella deve sempre lasciare qualcosa, o meglio, comunicare qualcosa a chi la guarda. Il fotografo comunica con le immagini, tutto qua.

Composizione e colore.

Sfrutta tutte le regole di composizione possibili senza però esagerare in quanto nel più ci sta il meno. Sfrutta la regola dei terzi, la composizione con le cornici, o altro che potresti imparare con la lettura de L’occhio del fotografo di Michael Freeman.

Purtroppo non esiste un modo per imparare a comporre perfettamente. Dopo aver studiato la teoria serve solo far pratica, quindi prendi la macchina fotografica e vai.
Comunque in sintesi se riesci ad ottenere una foto che rispetta almeno una regola di composizione, o che comunque sfrutta le regole di accostamento del colore, hai già guadagnato un punto.

Quando il bianco e nero?

Un piccolo trucchetto per salvare qualche foto potrebbe essere quello di trasformare la foto in bianco e nero. In tal modo possiamo mascherare eventuale presenza di rumore cromatico o pasticci di colore.

In realtà esiste un mondo riguardo questo tipo di fotografia quindi preferirei non entrare nel merito, ciò che è sicuro è che il bianco e nero è in grado di cambiare l’essenza di una fotografia radicalmente.

In sintesi

Dunque controlla sempre il soggetto, la luce, la composizione, il colore e valuta la possibilità di trasformare la foto in bianco e nero. Queste sono le regole di base per capire se abbiamo “fabbricato” una foto bella.

Ultimo consiglio, più importante degli altri… Facciamo dell’ autocritica la nostra arma principale.

Emanuele Brilli

Mi chiamo Emanuele, sono appassionato al mondo della fotografia e della postproduzione. In questo blog voglio condividere il mio sapere con coloro che hanno curiosità e voglia di imparare qualcosa di nuovo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.