Home » Photoshop » Fotoritocco » Aggiungi nitidezza col metodo di Bruce Fraser

Aggiungi nitidezza col metodo di Bruce Fraser

La nitidezza si può aggiungere in miriadi di modi in Photoshop. Tra le tonnellate di metodi uno poco conosciuto ma veramente valido è quello di Bruce Fraser (dall’ideatore).

Come aggiungere nitidezza.

In prima battuta cerchiamo di capire pochissimi concetti che ci permetteranno di capire come agisce questo metodo.
Lavorare sulla nitidezza vuol dire (praticamente sempre) lavorare sul contrasto dei bordi della nostra foto. Tuttavia spesso non siamo così selettivi come vorremmo ecco appunto che adoperare questo metodo ci permette di essere veramente precisi e limitare il tutto a certe zone.

La domanda che spesso mi viene fatta è: “Emanuele perchè il canale del verde?”

Se guardate il video infatti il primo passaggio da fare è proprio passare dai canali. Questa scelta non è la Bibbia, non vale per tutte le foto, infatti dovrete analizzare i tre canali della vostra foto (rosso, verde e blu). Guardando i singoli canali prestate attenzione ai bordi degli oggetti nella vostra foto. Il canale che presenta maggiore contrasto tra i bordi, e ciò che li circonda, è quello da scegliere!

I successivi passaggi spiegati nel video consistono essenzialmente nel creare una maschera, infatti, lavorando dai canali si cerca sempre di uscirne con una maschera da utilizzare nel nostro workflow.

Dunque se lavoriamo in maniera accurata, la nitidezza che andremo ad aggiungere sarà relativa unicamente alle zone evidenziate dalla maschera (quindi i bordi). Il metodo di Bruce Fraser dunque è molto accurato perchè identifica i bordi, ma soprattutto li lavora ottimizzandoli.

Il passaggio finale sarà solo quello di aggiungere nitidezza alla nostra foto, tramite ad esempio una maschera di contrasto, e poi legare ad essa la maschera costruita.

Ma se non avessimo creato una maschera ad hoc, cosa sarebbe successo? Vediamo un prima dopo (con la maschera e senza maschera). Noterete una maggior fuoriuscita di rumore da tutta la foto.

il vero vantaggio di questa nitidezza dove sta?

Come tutte “le nitidezze” aggiunte selettivamente andiamo a limitare quest’effetto solo ai bordi mitigando dunque il problema relativo alla fuoriuscita di rumore, e quindi eliminando zone che non dovrebbero esser minimamente toccate dalla modifica (si veda ad esempio il caso di una lunga espozione).

Emanuele Brilli

Mi chiamo Emanuele, sono appassionato al mondo della fotografia e della postproduzione. In questo blog voglio condividere il mio sapere con coloro che hanno curiosità e voglia di imparare qualcosa di nuovo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*