Home » Fotografia » Acquisti e recensioni » Il monopiede fa al caso tuo?

Il monopiede fa al caso tuo?

Come scegliere un monopiede

Stabilità, peso e altezza sono le caratteristiche che si cercano di più in un monopiede. In commercio se ne trovano di tutti i tipi, ovviamente quelli che vanno per la maggior e i migliori sono in fibra di carbonio o alluminio (quindi molto leggeri). Possiamo comprare monopiedi con testa o senza testa; quelli con testa generalmente sono venduti con una testa a sfera, le migliori in assoluto (attenzione al peso che possono reggere e alla tenuta della testa stessa). I monopiedi venduti senza testa costano ovviamente meno, ma dovremo montarci una testa, sia essa a sfera oppure di altro tipo.

Le marche più conosciute in commercio sono ovviamente la Manfrotto, Cullman, Hama e altre.
Volendo vi potete buttare anche su qualche marca cinese, ma a mio parere per monopiedi e treppiedi non c’è molta differenza di prezzo e la qualità per questo tipo di attrezzatura deve per forza essere la migliore in assoluto o le foto verranno poco nitide o mosse.

Quando usare un monopiede?

Il monopiede NON (e sottolineo NON) può essere usato come sostituto del treppiede che ha altre caratteristiche !
La stabilità che ci fornisce un monopiede è certamente diversa rispetto a quella di un treppiede, e magari il primo ci fornisce qualche stop di vantaggio sui tempi ad esempio nelle foto con scarsa quantità di luce.
È praticamente quasi inutile utilizzarlo con lenti grandangolari a tempi di scatto molto brevi perchè le vibrazioni saranno minime, allora è consigliabile l’uso del monopiede ad esempio quando si usano teleobiettivi e si vuol stabilizzare la macchina per poi scattare. Viene molto utilizzato con lenti grosse, pesanti e soggette a effetti di micromosso… Tutti avranno visto una partita di calcio nella propria vita alla tv, ecco, a bordo campo ci sono sempre dei fotografi con obiettivi tele imponenti che se non fossero supportati da monopiedi avrebbero una serie di problemi a partire dal micromosso fino al peso insostenibile per 90 minuti.

Come si usa un monopiede?

Il monopiede ci serve come unico punto d’appoggio per la nostra fotocamera, ma per stabilizzare il tutto basterà usare le nostre gambe come se fossero le altre due di un treppiedi.
Per migliorare la stabilità della macchina evitate di stare troppo rigidi, subirete l’effetto contrario!
Regolate l’altezza del monopiede come più credete e ricordatevi che se un monopiede è formato da molte sezioni sarà probabilmente meno stabile di uno formato da meno sezioni.
Come è possibile vedere dalla foto la posizione da assumere è quella tipica di un treppiede, come detto.
Divaricate le gambe in maniera tale da trasferire stabilità al resto del corpo, e fissate il piede del asta per terra inclinandolo leggermente, state morbidi e scattate.

Pro e contro

il monopiede ci aiuta in molte tipologie di fotografia, ma non è una manna. È in grado di fornirci stabilità (soprattutto per i teleobiettivi) e ci può permettere di tenere i tempi di scatto più bassi di qualche stop. Una volta montato e fissato alla reflex tutto sommato è possibile trasportarlo senza grossi problemi.
Di contro sicuramente è pesante e diminuirà la maneggevolezza della macchina fotografica. Richiede tempo per montarlo e molte volte costa quanto un treppiede (le assurdità della vita…).
Sicuramente un monopiede non è possibile considerarlo un completo sostituto del treppiede in quanto non ci permette di scattare foto in notturna nel quale è richiesta una stabilità estrema.

Conclusioni

Un monopiede si può considerare uno strumento utile ma non necessario nella strumentazione di un fotografo (personalmente credo sia molto meglio avere un treppiede buono piuttosto che un monopiede).
Il mondo dell’usato fotografico spesso offre degli affari, se siete interessati all’acquisto buttate un occhio sui siti più famosi di oggetti usati e buona fortuna.

Emanuele Brilli

Mi chiamo Emanuele, sono appassionato al mondo della fotografia e della postproduzione. In questo blog voglio condividere il mio sapere con coloro che hanno curiosità e voglia di imparare qualcosa di nuovo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.