Home » Fotografia » Miglioramenti in casa Sony con la A6500

Miglioramenti in casa Sony con la A6500

La A6500 della Sony ha introdotto aggiornamenti rilevanti rispetto alla A6300. Nella nuova reflex, infatti, sono contenute due novità principali:

  1. L’ampliamento del buffer e l’introduzione di un chip di acquisizione dati aggiuntivo. Si tratta di un’innovazione che estende fortemente la durata della raffica da ben 11 fps – ora, con oltre 100 scatti a disposizione, è possibile usare il formato RAW anche con la raffica più rapida.
  2. L’introduzione di uno stabilizzatore a 5 assi accreditato di 5 stop. Si tratta di un aggiornamento che, oltre ad essere stato realizzato per la prima volta su un modello APS-C, si coniuga perfettamente con la definizione video in 4K della A6500.

Quante novità per la A6500. È tutt’ oro quel che luccica?

Pur essendoci stati questi aggiornamenti, la A6500 eguaglia la A6300 per quanto concerne il sensore APS-C retroilluminato da circa 24 Mpixel, il sofisticato sistema di messa a fuoco 4D focus, le dimensioni e la disposizione dei comandi.

Le novità sopra esposte hanno, tuttavia, avuto anche una forte incidenza sul prezzo della A6500. Si pensi che il solo corpo macchina (ILCE-6500) ha un costo di 1700 euro, mentre la spesa per la A6300, al momento della sua introduzione, ammontava a 1300 euro.

La A6500 è disponibile anche in kit con l’obiettivo Zeiss Vario-Tessar T* E 16-70mm F4 ZA OSS (ILCE-6500Z) ad un prezzo di 2800 euro. L’acquisto di tale kit non comporta comunque alcun vantaggio economico, visto che il prezzo di listino della sola lente menzionata è di 1100 euro.

Emanuele Brilli

Emanuele Brilli
Mi chiamo Emanuele, sono appassionato al mondo della fotografia e della postproduzione. In questo blog voglio condividere il mio sapere con coloro che hanno curiosità e voglia di imparare qualcosa di nuovo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*