Home » Photoshop » Fotoritocco » Le maschere di luminosità. Ecco perchè usarle!

Le maschere di luminosità. Ecco perchè usarle!

Le maschere di luminosità (o di luminanza che dir si voglia) sono delle particolari maschere che permettono di creare delle selezioni veramente perfette !

Il funzionamento delle stesse è piuttosto basilare, non ci sono segreti o processi particolarmente difficili per poterle costruire. Visto che della costruzione se ne occupa il video provvedo subito ad allegare il LINK DIRETTO alla pagina download per poter scaricare GRATUITAMENTE l’azione per le maschere di luminosità.

L’analisi delle maschere di luminosità

maschere di luminositàVorrei dedicarmi più all’analisi ed all’utilizzo di queste maschere piuttosto che alla loro costruzione. Sul web si trovano miriadi di tutorial ed anche plug-in che costruiscono queste maschere automaticamente ed in completa autonomia. Tuttavia in pochi spiegano come analizzarle ed usarle.

Faccio una premessa. Non parlerò qui di digital blending.

Dopo aver costruito le maschere (ad esempio tramite l’azione che vi ho messo a disposizione), nella palette dei canali ci troveremo davanti alle nostre maschere di luminosità. Notiamo subito che sono divise in 3 categorie:

– Luci
– Ombre (neri)
– Mezzitoni

Ogni maschera ha dei numeri che esprimono una diversa gradazione. Soffermiamoci prima su luci ed ombre, mentre dopo parleremo dei mezzitoni.

Luci ed ombre

Prima di partire in quarta per scegliere la maschera di luminosità desiderata il mio invito è quello di riflettere e capire cosa vogliamo fare realmente alla nostra fotografia.

Dopo di ciò tutto è molto automatico e semplice, infatti agiremo su luci ed ombre selezionando la relativa maschera con la gradazione desiderata. Questo è quello che tutti sanno, ma in pochi sono al corrente della possibilità di poter modificare ulteriormente queste maschere.

Poniamo l’esempio di essere interessati a “Luci 2”, tuttavia è ancora una maschera che comprende porzioni di foto che non vogliamo. Niente di più semplice, infatti possiamo duplicare il canale “Luci 2” e lavorarlo ulteriormente con modifiche più invasive (pennello), alcune meno invasive (pennello + metodo di fusione), altre molto più previse (immagina>applica immagine).
Facendo ciò ci apriamo molteplici possibilità di editing delle nostre fotografie riuscendo ad includere od escludere ulteriori porzioni di fotografia.

Mezzitoni

Sono qualcosa di strano e di isolato. Sono addirittura diversi dalle luci e dalle ombre (sono maschere grigie che comprendono un po’ di tutto)… Sbagliato!

Cerchiamo di vedere i mezzitoni come un grande paese diviso in regioni. Se selezioniamo tutto il paese avremo con noi tutte le regioni… ma se selezionassimo tutto il paese meno alcune regioni?

Nel 90% dei casi è proprio così che si debbono usare i mezzitoni, ovverosia, selezionandoli, escludendo (se necessario) un canale (o più di uno) di luci ed/od ombre, e per concludere con delle ulteriori modifiche tramite pennello, applica immagine, livelli, curve o molto altro.

Emanuele Brilli

Emanuele Brilli
Mi chiamo Emanuele, sono appassionato al mondo della fotografia e della postproduzione. In questo blog voglio condividere il mio sapere con coloro che hanno curiosità e voglia di imparare qualcosa di nuovo.

2 commenti

  1. Ma scusate ci fate o ci siete con queste maschere tanto di voga. Sono totalmente inutili in quanto la selezione che andranno a fare non saranno mai isolate dal resto della foto, in conclusione, fare una doppia esposizione non ha senso ed applicare curve e quant’altro su di una maschera di luminosità è inutile per il semplice fatto che ogni modifica interverrà sulla totalità della foto è mai sulla selezione scelta ed ancora intervenendo con curve ecc ecc danno alla foto un aspetto del tutto innaturale…

    • Emanuele Brilli

      Se uno parte da una maschera di luminosità e la sa modificare utilizzando strumenti o modifiche distruttive le selezioni che si ottengono sono precisissime e rilegate solo a certe porzioni della foto.
      Il commento è totalmente fuori luogo, ti consiglio qualche corso avanzato di Photoshop.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*