Home » Fotografia » Le impostazioni di base, comprenderle e applicarle

Le impostazioni di base, comprenderle e applicarle

Presti attenzione durante i tuoi scatti? In realtà dovresti in quanto ci troviamo ad utilizzare delle macchine fotografiche molto complesse, che se non ben governate possono portare a foto pessime.

Ecco che comprendere e tenere sott’occhio le impostazioni di base è fondamentale!

 

Controlli le impostazioni di base prima di scattare?

Ci sono alcune impostazioni che dovrebbero essere controllate indipendentemente dalla situazione in cui ci troviamo. In realtà il governo completo della nostra attrezzatura fotografica ce lo abbiamo quando usiamo la macchina in manuale. È comunque ben comprensibile come tale modalità di scatto possa rallentare il fotografo, ecco che allora spesso e  volentieri si passa ad usare le modalità di scatto semi automatiche.

  1. Generalmente io scatto con la modalità di priorità di diaframma (o priorità di apertura) in quanto mi consente di sfruttare al massimo la qualità delle mie lenti. Questo purtroppo non è sempre vero, e soprattutto non va bene per tutti i fotografi, infatti, per chi ricerca velocità di scatto, prontezza e similari la priorità di tempi è la modalità consigliata.
  2. Un secondo controllo da fare è sicuramente quello relativo agli ISO in quanto se non vogliamo curarci minimamente del settaggio è consigliabile sfruttare la modalità automatica. Non è un settaggio che amo moltissimo, infatti preferisco sempre avere il controllo di questo dato di scatto. La doppia ghiera aiuta molto in questo, e ritengo che sia la miglior scelta in quanto il più delle volte la scelta automatica della macchina è bizzarra, con valori eccessivamente alti rispetto a quanto richiederebbe la normalità.
    In alternativa per essere sicuri possiamo settare un range automatico ponendo un limite minimo e massimo entro cui la macchina può muoversi.
  3. Beata compensazione. Con la modalità di scatto semiautomatica possiamo direttamente compensare con terzi di stop (o stop interi) se il risultato non ci soddisfa… Beh devo dire che non posso farne a meno. Sul vostro corpo macchina troverete un apposito pulsantino (o ghiera) che serve per far ciò; imparate ad usare questa funzionalità, vi velocizzerà moltissimo!
  4. Tra le impostazioni di base dobbiamo tener sempre sotto controllo il bilanciamento del bianco, se e solo se vogliamo scattare in JPEG, altrimenti se scattiamo in RAW sistemeremo tutto in post produzione.
  5. Controllate di aver inserito all’interno una scheda SD prima di partire!

Cos’altro da tener in considerazione?

Se hai deciso di scattare foto sul cavalletto la prima cosa da fare è disattivare lo stabilizzatore della propria lente (se ne è provvista), e sicuramente usate un telecomando di scatto remoto per evitare vibrazioni dovute alla pressione del dito sul pulsante di scatto.

Dunque ecco qua le impostazioni di base da tenere sempre in considerazione prima di iniziare la fase di scatto.

 

Emanuele Brilli

Mi chiamo Emanuele, sono appassionato al mondo della fotografia e della postproduzione. In questo blog voglio condividere il mio sapere con coloro che hanno curiosità e voglia di imparare qualcosa di nuovo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.