FotografiaGuide e tutorial

Cosa fotografare col brutto tempo?

Eccoci, piove, cosa potremmo fotografare col brutto tempo? Beh, le opportunità sono molte, in particolar modo possiamo sfruttare il momento della pioggia per programmare e progettare qualche scatto. Magari pensare a un bel luogo dove andare per poter immortalare il momento post pioggia è un’ ottima idea !

Tre cime di lavaredo brutto tempo

Cosa fare col brutto tempo?

Non demoralizzarti, naviga sul web e cerca qualche bella città nei dintorni. Dopo la pioggia la maggior parte delle volte ci sarà una bellissima luce morbida e diffusa da sfruttare!

Altro indizio da segnarci è quello delle pozze d’acqua. Spesso dopo la pioggia nelle città rimangono ampie pozze d’acqua che si possono sfruttare in tantissimi modi per la fotografia. La parola “riflessi” ti dice nulla?

Foto di Takeshi Ishizaki
Foto di Takeshi Ishizaki

Vivi in campagna? Anche meglio ! Prova solo a pensare alla vegetazione, o alla fauna che ti circonda. Spesso dopo una pioggia abbondante gli spunti per fare una bella sessione di macro fotografia sono moltissimi.
Magari vivendo in campagna potresti avresti un amicone a quattro zampe e spesso adorano bagnarsi e giocare con l’acqua… ti viene niente in mente? Guarda questa foto…

Foto di Jason Child
Foto di Jason Child

Le condizioni climatiche

Come scritto sopra dopo la pioggia si possono sfruttare moltissimo quelle ore che ci donano una luce diffusa. Può capitare però che dopo una forte tempesta le nuvole si aprano e facciano uscire un bel sole, ecco quello è un momento bellissimo da sfruttare per una bellissima foto di paesaggio !

Prova invece a tenerti a distanza dalla tempesta, cosa ti vieta di fotografare il temporale a distanza? Quasi quasi potresti pensare di fare foto ai fulmini ed immortale un momento bellissimo di potenza della natura.

Ma io vivo sulla costa !

Non ti è mai passato per l’anticamera del cervello di andare a fotografare il mare in tempesta o subito dopo la tempesta? Ecco te lo consiglio vivamente con tutte le attenzioni del caso! Prima la sicurezza, poi le foto.

Per proteggerti dalla pioggia sicuramente un bell’impermeabile ed una protezione per la propria macchina fotografica può servire. Se sei un tipo artigianale dedito al “fai da te” puoi improvvisare una protezione per la lente fatta con una busta di plastica, altrimenti in commercio con pochi euro si trovano appositi impermeabili per fotocamere digitali.

Foto di Senna Ayd
Foto di Senna Ayd

Questo potrebbe essere anche il momento ideale per sfruttare quei filtri ND che non hai mai avuto modo di usare, e perchè no, provare a realizzare un bell’effetto seta!
E se non hai un filtro ND 64/1000, o di diversa gradazione, è il momento migliore per comprarne uno adatto alla tua fotocamera (attenzione ai mm di diametro), perchè tanto prima o poi dovrai usarlo.

In conclusione

Le idee per sfruttare il “post brutto tempo” sono tantissime e per tutti i tipi di fotografi… Se ti piace per assurdo la food photography, hai trovato il pretesto per non uscire di casa e sbizzarrirti col cibo!

Inoltre ricordati che un momento di pioggia intenso spesso ripulisce l’aria dall’inquinamento ambientale e cambia di netto l’atmosfera, infatti quella leggera patina bianca all’orizzonte (foschia) che spesso si nota in estate quando vi sono alte temperature verrà eliminata.
E ricordati di non buttare via il tempo per la programmazione, o magari per imparare qualcosa di nuovo leggendo un nuovo libro fotografico !

Emanuele Brilli

Mi chiamo Emanuele, sono appassionato al mondo della fotografia e della postproduzione. In questo blog voglio condividere il mio sapere con coloro che hanno curiosità e voglia di imparare qualcosa di nuovo.

Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Guarda anche
Close
Back to top button