Home » Fotografia » Come pulire il sensore delle macchine fotografiche

Come pulire il sensore delle macchine fotografiche

Come pulire il sensore delle macchine fotografiche? Ottima domanda. La polvere e lo sporco sul sensore sono sicuramente due piaghe per le nostre reflex. Per quanto si possa stare accorti e premurosi verso i nostri gioielli dopo un po’ di tempo ci troveremo sicuramente di fronte alla necessità di pulire la nostra macchina fotografica.

Vediamo più da vicino le due più grandi famiglie di macchine fotografiche in commercio ed i prodotti da acquista per portare a termine il processo di pulizia.

Come pulire il sensore delle reflex?

Distinguiamo fin da subito il tipo di sporco da eliminare. Spesso vi è la necessità di togliere soltanto polvere e allora sarà molto più semplice, se invece si deve proprio agire sulla pulizia del sensore è necessario essere più invasivi.

Dunque se si tratta solo di polvere sarà necessario togliere l’obiettivo agganciato sulla nostra fotocamera e poi usare una semplicissima pompetta che soffia via la polvere.

ATTENZIONE !

La pompetta va usata con molta cautela e gentilezza. Soffiando aria molto violentemente (quindi è buona cosa evitare di usare mini compressori o le bombolette ad aria compressa), si rischia di smuovere la polvere ma di farla finire in altre zone della fotocamera non desiderate. Non è una storia nuova il vedersi la polvere sparire dal sensore e vederla apparire nell’oculare! Potreste dunque creare dei danni ancora più gravi; parola d’ordine: gentilezza!

Come pulire il sensore della reflex

È suggeribile inclinare la macchina verso il basso e dare delle piccole soffiate all’interno. Con questo primo step elimineremo la polvere che si trova tra lo specchio e la lente. Con un secondo passaggio possiamo togliere la polvere che si trova tra specchio e sensore.

Come pulire il sensore della propria reflex dalla polvere?

Ogni marchio di reflex ha l’opzione per alzare lo specchio dedicata proprio a questo tipo di attività: la pulizia. Trattando qui i due marchi principali (Nikon e Canon) vediamo come agire (ovviamente anche le altre marche hanno questa opzione nel menù).

  • Nikon: nel menù impostazioni la voce “M-UP per pulizia sensore” (la batteria deve esse completamente carica).
  • Canon: nel menù fotocamera selezionare la voce “pulisci manualmente”.

Fatto questo vedrete alzarsi lo specchio della propria macchina fotografica. A tal punto osserviamo il sensore, che già sappiamo essere sporco, in quanto nell’osservare le nostre fotografie si sono notati punti neri, o altro. Sarà dunque necessario lavorare in una zona il più possibile pulita e con poca polvere, evitate quindi di lavorare all’esterno o in stanze molto sporche e piene di polvere (ovviamente le nostre case non sono laboratori con camere pressurizzate, ci sarà sempre qualche corpuscolo di polvere).

A tal punto useremo il kit dedicato alla pulizia del sensore. Se ne trovano a quintali in commercio e hanno un costo molto contenuto. Generalmente questi kit sono venduti con un liquido per pulizia, dei panni dedicati e delle spatoline (swab) apposite. Attenzione che esistono swab per sensori APS-C e sensori Full Frame ( i secondi sono più grandi).

Sarà necessario bagnare leggermente questo panno montato sulla spatolina per poi andare ad usarlo sul sensore. Nel pulire andiamo sempre nello stesso verso cercando di fare una pulizia uniforme del sensore. Spesso si consiglia di pulire partendo da sinistra verso destra.

Come pulire il sensore delle mirrorless?

Per la mirrorless è tutto più facile, non c’è lo specchio!
Una volta tolto l’obiettivo ci troveremo di fronte al sensore. Quindi procediamo con la soffiatura tramite pompetta e poi usiamo il nostro liquido sensor clean con lo swab.

Ecco come pulire il sensore delle proprie macchina fotografiche in pochissimi e semplicissimi passaggi!

Per interventi di precisione e professionali è comunque sempre consigliabile rivolgersi ad un centro specializzato!

Emanuele Brilli

Mi chiamo Emanuele, sono appassionato al mondo della fotografia e della postproduzione. In questo blog voglio condividere il mio sapere con coloro che hanno curiosità e voglia di imparare qualcosa di nuovo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.