Home » Fotografia » Come gestire un business fotografico

Come gestire un business fotografico

Quando si passa dallo scattare foto per hobby all’essere un professionista si apprende rapidamente che c’è molto altro da padroneggiare oltre ad essere tecnicamente abili nell’uso della reflex. Gestire un business fotografico di successo, infatti, è diverso dal semplice prendere in mano una macchina fotografica e fare dei bellissimi scatti.

Come gestire un business fotografico per emergere?

Distinguersi per emergere Il marketing è una di quelle sfaccettature, la principale tra le tante, che richiede l’attenzione di un fotografo per far sì che la sua attività abbia successo. In passato, ho scritto sull’importanza di avere un marchio solido, il quale dovrebbe essere in grado di trasmettere chiaramente ai potenziali clienti chi sei come persona, cosa ti appassiona e cosa ti differenzia dagli altri fotografi.

Come gestire un business fotografico

Quando ci si immerge in una professione come la fotografia, il cui mercato è ormai saturo, essere in grado di distinguersi dalla massa è uno degli strumenti più potenti di cui siamo a disposizione. Avere un marchio unico e ben congegnato è ciò che serve per farsi notare; esso deve essere imperniato della tua personalità, perché è quest’ultima che ti dovrà contraddistinguere nell’attività.

Quindi devo essere al centro dell’attenzione?

So che potrebbe essere difficile ed imbarazzante puntare i riflettori su te stesso, ma questo è necessario per far sentire il cliente parte di qualcosa. Le persone, infatti, il più delle volte non cercano solo delle foto, bensì hanno bisogno di vivere una vera e propria esperienza. Guardando le immagini che scatti, la gente deve poter percepire la tua personalità.

La sezione informazioni personali.

Come creare un sito web professionale

È lampante come uno dei modi migliori per farsi conoscere è creare un sito web. Creare un piccolo blog connesso al tuo sito, oltre che ad una sezione “informazioni personali” permetterà alle persone di entrare nel tuo mondo; se non sai di cosa parlare, inizia col raccontare come ti sei appassionato alla fotografia e di come sei arrivato poi ad essere un professionista. Gestire un business fotografico è anche creare un rapporto virtuale (e non) con le persone che ci circondano.

Inoltre, includi una sezione che menziona eventuali riconoscimenti solo se li hai effettivamente guadagnati e se hanno uno spessore; questo è, infatti, un ottimo modo per far comprendere ai clienti quali sono le tue capacità. Descrivi infine dove ti vedi in futuro e quali sono i tuoi obiettivi di business, sia a breve che a lungo termine, in modo tale da mostrare di avere un solido piano per la tua azienda.

Utilizzo dei social network.

I social media sono uno strumento potente e gratuito per pubblicizzarti. Assicurarti di pubblicare anche foto e video di te stesso; questo è un passo importante per consolidare un marchio infuso di personalità. All’inizio può sembrare difficile, soprattutto se non sei abituato a stare davanti alla videocamera, ma più lo fai, meglio è !

È importante che le persone abbiano un volto da mettere in relazione con l’attività. Uno dei più grandi errori nella gestione di un business fotografico è, infatti, creare un sito asettico o simile a qualsiasi altro link di fotografia.

Emanuele Brilli

Mi chiamo Emanuele, sono appassionato al mondo della fotografia e della postproduzione. In questo blog voglio condividere il mio sapere con coloro che hanno curiosità e voglia di imparare qualcosa di nuovo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.