Home » Photoshop » Color Correction » Color correction… col bianco bianco e nero

Color correction… col bianco bianco e nero

Color correction in bianco e nero?

Sarà per caso uno scherzo ? E invece no ! Uno dei metodi di color correction per le fotografie volto a rendere più profondi, più belli e d’impatto i colori è proprio quello di usare un livello di regolazione bianco e nero.

Color correction bianco e nero

Cos’è la color correction ?

La color correction è un intero ramo dedicato al foto ritocco di Photoshop e non solo, infatti, si parla di color correction anche in ambito di video editing. Nella sostanza con svariate tecniche e passaggi che sfruttano i livelli di riempimento e regolazione, è possibile agire in maniera selettiva sul colore per apportare delle correzioni. Grazie a queste si possono correggere imperfezioni isolate, piuttosto che rendere uguali due colori in fotografia che in realtà per una serie di fattori non lo sono.  

Pochi passaggi, ma efficaci !

Sono necessari pochissimi passaggi per portare a termine questa modifica che permette di aggiustare la luminanza del colore.
Non c’è nulla di diverso rispetto al pannello HSL di Camera Raw (o Lightroom), se non la possibilità di usare le maschere di Photoshop che consentono di sfruttare tutte le potenzialità di questo software.

Per agire sui colori della fotografia, evitando quell’effetto slavato degli stessi, piuttosto che un deficit di profondità delle tonalità è sufficiente creare un livello di riempimento e regolazione Bianco e Nero (dall’apposito menù a comparsa in basso a destra, o in alto Livello>Nuovo livello di regolazione>Bianco e nero). Grazie alle slider del menù relativo si nota fin da subito la possibilità di agire selettivamente su una serie di colori quali blu, rosso, giallo ecc.
Questo processo permette di accentuare le sfumature di bianco e nero all’interno della foto, tuttavia per completare il procedimento di color correction, e quindi modificare direttamente i colori, è necessario cambiare il metodo di fusione da normale a luminosità.

A tal punto ogni singola modifica delle slider corrisponde ad una modifica dei colori in termini di luminanza. È chiaro allora l’utilizzo di questo metodo accoppiato con una maschera di livello consente modifiche molto dettagliate dei colori in fotografia.

Seguimi su YouTube e Facebook

Emanuele Brilli

Mi chiamo Emanuele, sono appassionato al mondo della fotografia e della postproduzione. In questo blog voglio condividere il mio sapere con coloro che hanno curiosità e voglia di imparare qualcosa di nuovo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.