Home » Fotografia » Amazon Drive, spazio illimitato per i fotografi

Amazon Drive, spazio illimitato per i fotografi

Con Amazon Drive i fotografi, amatori e non, possono veder realizzato il proprio sogno: il problema dell’archiviazione è risolto!

Cos’è Amazon Drive?

Amazon Drive è quel programma di archiviazione file che, ovviamente, è gestito da Amazon. Sfruttando la scia, la moda, ed il futuro del cloud, Amazon ha deciso di creare Amazon Drive per rimanere al passo coi tempi ed offrire un servizio prestante a tutti i suoi utenti.

Quello che ci deve interessare è la possibilità di archiviare file fotografici di ogni tipo, e la novità sta nel fatto che l’upload non comprende alcun tipo di limite !

Come attivare il servizio?

Per poter beneficiare al servizio Amazon Drive è necessario attivare un account Amazon Prime.
Con la modica cifra di 19.99€/anno (i primi 30 gg sono gratuiti) si potrà beneficiare di:

  • Consegne super veloci 1 giorno lavorativo.
  • Accesso anticipato alle Offerte lampo e agli eventi di Amazon BuyVIP.
  • Per i più giovani il programma Twitch prime – Ottieni contenuti in-game ogni mese senza costi aggiuntivi, sconti esclusivi e molto altro.
  • Spazio di archiviazione per le foto illimitato.
amazon prime

I vari file immagine supportati per l’archiviazione illimitata – Istruzioni riprese dal sito web Amazon

Il primo passo

Accediamo al sito web, a tal punto sarà necessario seguire le istruzioni che il sito web ci fornirà. Sarà infatti necessario fornire il propri dati ed i dati della carta che solitamente usiamo per fare acquisti sulla medesima piattaforma.

Scaduti i 30 giorni di prova saremo liberi di lasciar percorrere il programma e quindi aderire per i restanti 11 mesi al programma, oppure possiamo disdire l’abbonamento nella sezione “il mio profilo”.

Secondo passo

A tal punto siamo abilitati ad usare Amazon drive nel pieno delle sue funzionalità. L’accesso alla piattaforma di cloud è al seguente link: https://www.amazon.it/clouddrive/home .
Una volta guadagnato l’accesso ci troviamo di fronte ad una schermata simile.

amazon drive

Il gioco è fatto, infatti basterà cliccare sul pulsante “il tuo Amazon Drive”.

Terzo passo

Una volta all’interno della piattaforma web si potranno caricare le proprie foto e non ci sarà alcun impedimento, infatti non vedrete salire l’occupazione dello spazio a vostra disposizione, cosa che invece vedrete fare se caricherete file diversi da quelli sopra elencati.

Amazon Drive infatti consente di caricare le tipologie di file RAW più generiche, i file TIFF, i DNG passando per i file JPEG, BMP, e GIF.

PRO e CONTRO del servizio.

PRO

  • Supporto file RAW, TIFF, JPEG e altri
  • Spazio illimitato
  • Spedizioni gratuite grazie all’ abbonamento Amazon Prime
  • Altri benefits legati all’account Amazon Prime
  • Possibilità di avere sempre con se le foto, scaricabili con un semplice click
  • Possibilità di gestire la piattaforma con le app del proprio smartphone

CONTRO

  • Servizio giovane ed in continuo miglioramento
  • il software scaricabile per l’upload non è dei migliori, purtroppo la sincronizzazione non funziona correttamente, quindi si devono selezionare manualmente i file da caricare
  • L’interfaccia di visualizzazione delle fotografie è obsoleta

Si ringrazia il fotografo Michele Agostinelli per la revisione dell’articolo.

Emanuele Brilli

Mi chiamo Emanuele, sono appassionato al mondo della fotografia e della postproduzione.

In questo blog voglio condividere il mio sapere con coloro che hanno curiosità e voglia di imparare qualcosa di nuovo.

5 commenti

  1. Ciao. L’ultimo aggiornamento di Amazon Drive introduce anche la sincronizzazione delle cartelle. Sto studiando il meccanismo di backup, e spero al più presto di predisporre una guida (al momento non si trova nulla).

    Buon fine settimana
    Giovanni

  2. Ciao. Ottimo articolo. I Nef della D750, D90 e D5000 sono supportati e riconosciuti come foto?

  3. Ho provato il servizio… devo caricare il backup di foto e video di 1TB.
    Se copio questi file nel servizio AmazonCloud, occuperei spazio nel mio iMac che però ha solo solo 256Gb di SDD?
    Installando l’App Amazon Drive, si crea una cartella dove copiare i File… ma non copia veramente sul HDD del Mac per poi copiare in un secondo tempo sul Cloud?

    Questo presuppone che si abbia almeno anche un HDD interno al Mac di 1TB… non so se la domanda sia chiara… scusate. Gae

    • Ciao! Credo di aver capito la tua domanda. Sinceramente non ci ho mai pensato a questa cosa, ma a logica ti direi di si, quindi ti conviene fare l’upload diretto da web, tanto il limite che ho citato nella diretta youtube vale per i singoli file e non per lotti. Comunque fammi sapere perché è interessante e potrei aggiornare l’articolo!
      Grazie per seguirmi !

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*